Problem Solving : soft skill per risolvere i problemi

Problem solving

Avrai sicuramente sentito parlare, in più di qualche occasione, di “problem solving” ma, precisamente, sai di cosa si tratta? 

Problem solving significa letteralmente “risoluzione dei problemi”, ed è in sostanza la capacità di fornire la migliore risposta possibile ad una determinata situazione critica e solitamente nuova. 

Il Problem Solving Creativo. Quanto è importante e come funziona?

Avere questa capacità costituisce una vera e propria soft skill, spendibile ovviamente sia nella vita quotidiana, ma soprattutto in quella lavorativa. 

Chiaramente, tutti ci troviamo ogni giorno a dover affrontare dei problemi, ma non tutti siamo efficaci nello stesso modo nel risolvere queste situazioni. 

 

Ti sei mai chiesto perché negli ultimi anni questa soft skill abbia acquisito ancora più rilevanza in ambito lavorativo? Oggi il mondo è diventato sempre più complesso e questo si riflette, inevitabilmente, nella vita delle persone. Per questo, saper risolvere problemi è diventato ancora più importante e costituisce prerogativa fondamentale in tutti gli ambiti di lavoro: saper gestire conflittualità, criticità ed incertezze con criterio è una delle principali capacità richieste in ogni circostanza, lavorativa e non. 

 

Il problem solving aiuta ad aprirci a nuovi punti di vista, stimolando quindi un cambio di prospettiva, sollecitando la possibilità di scoprire in noi anche aspetti del carattere che prima d’ora non erano emersi. 

 

Quali sono le caratteristiche per antonomasia di chi possiede questa dote? 

Essere estroversi e saper cogliere, quindi, gli aspetti positivi del problema è sicuramente un aspetto determinante. Inoltre, saper formulare obiettivi e trovare soluzioni adatte tra quelle pensate, tenendo conto logicamente delle informazioni cognitivamente raccolte nelle proprie esperienze di vita, è sinonimo di grande capacità di problem solving. 

Dimostrare dunque di essere attivi nella situazione problematica, e non subire passivamente il susseguirsi di eventi, è l’assunto base di questa soft skill. 

Better Problem-Solving Through Perseverance | IndustryWeek

Vi starete chiedendo se questa capacità è solo una dote innata oppure può essere sviluppata e affinata nel tempo.

È chiaro che avere una predisposizione, un’inclinazione naturale, a questa capacità è determinante, ma indubbiamente si può anche acquisire e migliorare con molta pratica e forza di volontà. 

Come già anticipato è fondamentale tener presente che i problemi sono pane quotidiano, per questo motivo bisogna tenere bene a mente che essere positivi è il primo passo per poter risolvere il problema nel modo più efficace possibile.  

Avere un approccio sistematico al problema, allo stesso tempo, è importante per saper individuare quando e come si presenta lo stesso. Bisogna essere in grado di comprendere se è una questione momentanea oppure se è persiste nel tempo. 

Dunque, bisogna avere un approccio cognitivo al problema, ma in contemporanea è fondamentale anche avere la capacità di distaccarsi dallo stesso e saper procedere con fermezza e decisione, senza farsi trascinare completamente dalle emozioni, bisogna dunque possedere una buona dose di intelligenza emotiva. 

L’approccio logico, basato sui dati, deve essere necessariamente affiancato al pensiero laterale, per sfruttare la creatività e analizzare il problema da diverse angolazioni. 

Saper lavorare in gruppo, quindi sapersi confrontare con gli altri, ti aiuterà a trovare punti di vista diversi, per cercare le diverse chiavi di lettura del problema. Dagli altri si potranno trarre tutte quelle capacità di cui non ci si sente propriamente dotati. 

La consapevolezza dei rischi, inoltre, gioca un ruolo fondamentale in questo campo: non soccombere e saper valutare se intervenire o meno e in che modo è essenziale. Ogni tua azione comporterà dei rischi!

Trovarsi alle prese con la risoluzione di un problema vorrà dire anche avere una sviluppata capacità decisionale: troppe volte ci si troverà di fronte a più soluzioni e sarà necessario saper decidere quale strada intraprendere. 

 

Come già anticipato, la capacità di risolvere i problemi in modo efficace può essere una dote naturale, ma una buona metodologia potrebbe anche portare allo sviluppo e al miglioramento di questa abilità. 

Un processo diviso in 5 fasi potrà aiutarti nel percorso verso la risoluzione del problema. 

  1. Definisci il problema: potrebbe sembrare scontato e semplice, ma non è così. Questa fase richiede una grande obiettività di analisi. Un metodo per fare ciò potrebbe essere quello di indagare la situazione problematica attraverso la tecnica dei “5 perché”. Si tratta di partire dal problema evidente e procedere chiedendosi perché questo si sta verificando, sottoponendo l’interrogativo ad ogni risposta che si ottiene. Dovrebbero bastare 5 livelli di profondità, ma si potrebbe continuare a scavare sempre più a fondo, sino ad arrivare alla radice del problema. 
  2. Strutturare il problema e generare soluzioni: dopo aver delineato il problema bisognerà procedere analizzando le possibili strade da percorrere verso la risoluzione dello stesso. Una seduta di brain storming con altri individui, nei casi più difficili, potrà aiutarti ad aprire nuove prospettive di veduta del problema e delle possibili vie d’uscita. 
  3. Prendi una decisione: sempre tenendo conto dei rischi, bisognerà analizzare attentamente una ad una le possibili soluzioni precedentemente pensate. È importante essere consapevoli e pronti ad affrontare anche i rischi di un possibile errore di valutazione. 
  4. Implementa la situazione: dopo aver pianificato l’azione, bisognerà metterla in pratica, certamente avvalendosi anche dell’aiuto di collaboratori.
  5. Monitora e raccogli i feedback: una volta attuato il piano, sarà necessario tenere sotto controllo l’evolversi della situazione. Osservare i risvolti della decisione presa sarà fondamentale per capire se la strada intrapresa porterà oppure no al successo sperato e preventivato. 

 

Questi 5 passi sono soltanto l’inizio di uno sviluppo consapevole della capacità di problem solving. 

Sperare che qualcuno ci fornisca, in ogni situazione, la soluzione vincente al problema è paradossale e lontano dalla realtà. Il regalo più grande che potremmo fare a noi stessi è apprendere gli strumenti per imparare a risolvere in modo cosciente ed efficace i problemi che giorno per giorno si presenteranno nella nostra vita. Come recita un detto: “se dai un pesce ad un affamato lo sfamerai per un giorno, se gli insegnerai a pescare, lo sfamerai per tutta la vita”. Dunque, è giunto il momento di apprendere, imparare a conoscere gli strumenti, così da avere sempre a portata di mano la possibilità di intraprendere la strada della vittoria, saltando a piedi pari tutti gli ostacoli che si incontreranno durante il lungo e tortuoso percorso della vita. 

La vita è un’avventura da vivere, non un problema da risolvere.
JOHN KEATS

E tu possiedi questa soft skill? Se già non lo hai fatto, verifica le tue attitudini al problem solving con il nostro test. 

RICHIEDI IL TEST GRATUITO SULLE SOFT SKILLS

Se vuoi acquisire gli strumenti per sviluppare questa importante soft skill chiedi una consulenza gratuita “learning coach” per avere un percorso formativo per raggiungere i tuoi obiettivi.

RICHIEDI UNA “LEARNING COACH” GRATUITA

E tu quali problemi hai trasformato in opportunità? scrivilo nei commenti  

Post Correlati

Leave a comment