Come eliminare lo stress sul lavoro con la filosofia Zen

balance-460648_1280La filosofia ZEN,  che si basa sulla consapevolezza del “qui e adesso”, ha le sue radici nella semplicità e nella continua ricerca di miglioramento.

Questo la rende applicabilissima alla nostra quotidianità, inclusa la nostra attività professionale.

Quindi allontaniamo per sempre il pensiero che attività razionali e metodiche come il management possano essere lontane dalla grande armonia ed equilibrio che la potenza di una cultura Zen riesce a regalarci.

La tensione sul lavoro è una delle cause maggiori di stress e di cattive performance e proprio per questo una consapevolezza Zen può aiutarci ad essere migliori e a vivere meglio il nostro lavoro (vedi anche Kaizen).
Ci vorrebbe una profonda e lunga immersione in questa cultura così piena di significato per apprenderne la ricchezza e farla propria nella vita di tutti i giorni, ma qui desidero segnalarti alcuni accorgimenti per assaggiarne anche solo qualche pillola:

  1. consapevolezza del respiro – pensiamo solo a ciò che stiamo facendo in quel momento, senza preoccuparci né del passato né del futuro, ma vivendo solo il momento presente; per questo ci aiuta il respiro che rappresenta l’ancora  per rimanere nel presente. Il respiro ti porta all’essenza dello stato meditativo, che altro non è che “essere nel qui ed ora” in modo totale; consiglio: nei momenti di inattività, anche se brevi, invece di navigare in Internet o stare al telefono approfittiamo per inspirare ed espirare concentrandoci sul presente;
  2. mantieni la consapevolezza del tuo stato interno – concentrati su quale stato emotivo vorresti essere e dopo aver raccolto le informazioni con la tua parte cognitiva (che vale un 10% della tua mente) lascia che la tua parte di ispirazione creativa (che ne occupa il 90%) trovi la strada migliore; per fare questo però dovrai essere rilassato e consapevole del tuo stato interno, solo così svilupperai  il cerchio dell’eccellenza allineando pensiero, postura, emozione ed azione; consiglio: focalizza immagini e pensieri positivi e vivili dentro;
  3. riconosci la Gioia – Poni grande attenzione a tutto per prendere coscienza di ciò che ci circonda, l’aria che respiriamo, al tragitto verso l’ufficio, alla persona nuova che incontriamo e per riconoscere se sei sulla strada giusta segui solo quello che ti dà gioia e benessere (da non confondere con una  felicità superficiale) consiglio: Sul lavoro e nella vita privata cerchiamo le fonti di piacere e di non fare le cose per abitudine;
  4. alimenta il tuo spirito (sem) –  lascia scorrere l’intuizione e lascia aperte le porte dell’inconscio sul conscio; camminare lungo la vita attraverso i propri sensi, ascoltando la propria vibrazione interiore e sintonizzandola con il resto del mondo. Consiglio: comprendi, ascolta, ringrazia e lascia che l’ispirazione venga dal cuore e non sempre dal cervello;
  5. sviluppa una percezione tridimensionale – noi occidentali cresciamo sviluppando una percezione logico-lineare (o bidimensionale), per vivere appieno la realtà delle cose dovremo lasciare l’intuizione libera di fluire. Ascolta i segnali del tuo corpo e abbi il coraggio di essere più vulnerabile e smetti di aggrapparti alle idee che ci danno sicurezza; solo così percepirai le cose per quello che sono realmente. consiglio : nel quotidiano fatti aiutare dalle visioni (senso della vista); attraverso le vocine interne (senso dell’udito); attraverso le mille  vibrazioni che provi (lo stomaco che si chiude, la pancia che vi parla, le gambe che tremano, i sudori a freddo, ecc…).
  6. coltiva la meditazione – allinea respiro e corpo, raggiungi un rilassamento totale, serve per far fluire l’energia che inconsapevolmente hai dentro; consiglio: non serve per forza sedersi in posizione del fiore di loto o sistemarsi in forme troppo articolate, sdraiati e prendi consapevolezza di ogni parte del tuo corpo inspirando ed espirando lentamente per almeno 10 minuti

La maggior parte delle persone si pone nuove domande  solo quando passa dal benessere al dolore ed  è costretto a trovare nuove soluzioni; l’alternativa è la consapevolezza ed è per questo che è così importante comprenderne il significato più profondo.

La cultura  Zen è molto più ampia ed abbraccia un’intera filosofia di vita, ma con queste brevi nozioni spero di averti stimolato una ricerca interiore che approfondirai in qualsiasi modo tu preferisca.

Buona Vita

“Tutto ciò di cui si occupa lo Zen è come rendere la vita ordinaria una benedizione.”  OSHO

approfondimenti:

Zen Management
Zen Management

 

Felicità Al Lavoro Felicità Al LavoroGuida Zen per il successo nella professione e nella vitaSrikumar S. Rao

Compralo su il Giardino dei Libri

Un Piccolo Passo Può Cambiarti la Vita (eBook) Robert Maurer Un Piccolo Passo Può Cambiarti la Vita (eBook)Il metodo Kaizen applicato alla realtà di tutti i giorniRobert Maurer

Compralo su il Giardino dei Libri

Post Correlati

% Commenti (4)

[…] appena alzato, (senza tirare troppo per non strapparti) e fare qualche respirazione profonda, meglio se Zen . Ti faranno sentire […]

Ogni singola mattina. Il tempo di svegliarsi, alzarsi e cominciava. Ricordo di aver provato una sensazione simile quando ero ragazzino, ai tempi delle superiori. In occasione di qualche compito in classe o interrogazione, dalle prime ore del mattino avevo un’ansia inspiegabile, quasi paralizzante.
E ora succede esattamente la stessa cosa, non appena mi ricordo che devo andare al lavoro. Solo che a scuola era ogni tanto, ora è 5 giorni su 7. E ora sono anche un uomo adulto, quindi si presuppone che dovrei saper gestire un po’ meglio queste cose. Invece per nulla: molto lavoro, tutti i giorni, ed ovviamente ero quello preso di mira dal capo. Nemmeno sognarsi un aiuto dai colleghi: anche se leggevo un filo di compassione e solidarietà, il pensiero dominante era “meglio a lui che a me”.
Grazie alla crisi, nessuno di noi si può permettere di perdere questo lavoro.
Ho dovuto cercare altre soluzioni, visto che licenziarmi non mi pareva una grande idea nel mio caso. Non avevo voglia di partire con qualcosa di troppo invasivo, allora ho comprato un videocorso su Aspeera.it (questo, per la precisione: Raccolta video a tema: supera ansia e stress). Ci ho trovato dentro un sacco di suggerimenti interessanti per gestire un po’ meglio quell’ansia mattutina. No, i miglioramenti ci sono stati, ma sono ancora quello preso di mira dal capo, questo non posso dirvi che sia cambiato. Ma almeno quando torno a casa ho trovato il modo per staccare veramente la spina da questa situazione, e quando ci devo rientrare non l’affronto più con terrore e angoscia. Faccio quello che devo fare come reputo giusto farlo, senza quei condizionamenti che pensavo esterni, ed invece ho scoperto partivano proprio da me.

grazie per il contributo e le indicazioni utili
Buona Vita

[…] proposito della filosofia Zen che è alla base di moltissime sfumature orientali e racchiude la sua enorme potenza nella […]

Leave a comment